Bonus caldaia 2019: come funziona

Anche per il 2019 è attivo il Bonus Caldaia, una detrazione fiscale fino al 65% riservata ai contribuenti che provvederanno alla sostituzione della propria caldaia con una nuova caldaia a condensazione di classe A. Per ottenere la massima detrazione sull’acquisto è, inoltre, necessario effettuare il montaggio contestuale delle valvole a termoregolazione. Il Bonus Caldaia 2019 mira, quindi, ad incentivare l’acquisto di nuove caldaie a condensazione ad elevata efficienza energetica che permettono di contenere i consumi di gas naturale a parità di calore generato rispetto ai modelli meno recenti a bassa efficienza. Il Bonus Caldaia è riservato a tutti i contribuenti che andranno a sostituire il proprio impianto di climatizzazione invernale con una nuova caldaia a condensazione ad elevata efficienza energetica. Si tratta, come sottolineato in apertura, di una detrazione fiscale Irpef il cui importo dipende dall’effettiva tipologia di intervento eseguito. Le possibili detrazione fiscali ricavabili dal Bonus Caldaia sono due. Ecco i dettagli: detrazione fiscale al 65% quando si decide di installare una caldaia a condensazione di classe A e, contestualmente, si procede all’installazione di sistemi di termoregolazione evoluti appartenenti alle classi V,VI o VII (valvole di termoregolazione) oppure di impianti dotati di apparecchi ibridi costituiti da una pompa di calore integrata con la caldaia a condensazione; questa detrazione fiscale al 65% è disponibile anche per l’installazione di generatori d’aria calda a condensazione;detrazione fiscale al 50% quando si decide di installare una caldaia a condensazione di classe A senza provvedere, contestualmente, all’installazione di valvole di termoregolazione. Da notare, inoltre, che l’installazione di una caldaia di classe B, o di qualsiasi classe energetica inferiore, non comporta l’accesso ad alcuna detrazione fiscale. Si tratta, quindi, di un aspetto molto importante da considerare quando si valuta l’acquisto di una nuova caldaia a condensazione per il proprio impianto di riscaldamento.

 CONTRATTO COLLETTIVO COLF E BADANTI: CHIEDI CONSIGLIO A EBILCOBA, SOTTOSCRIVI IL NUOVO CONTRATTO NAZIONALE DI LAVORO INSERENDO IL CODICE E1 NEI VERSAMENTI INPS

 

Altri Articoli