Case ad 1 euro per combattere lo spopolamento nel Cosentino

“Sono immobili di privati, ma concessi al Comune. L’atto notarile si fara’ tra privati”. Il sindaco di San Donato di Ninea (Cosenza), Jim Di Giorno, ha spiegato all’Agi l’idea dell’iniziativa “Una casa nel parco”, che consiste nella possibilita’ di acquistare una casa nel borgo storico, che si trova nel Parco Nazionale del Pollino, al prezzo simbolico di 1 euro. L’obiettivo e’ quello di promuovere la conservazione del patrimonio immobiliare abbandonato ed attirare turisti. Le abitazioni hanno tutte necessita’ di restauri. “Chi acquista la casa deve iniziare i lavori di restauro entro sei mesi – dice Di Giorno – e questo per valorizzare il bene e anche il centro storico, senza contare che saranno magari interessate anche le piccole aziende del luogo per i lavori, e questo generera’ ulteriore economia. Sul nostro sito ne abbiamo gia’ tre disponibili, ma contiamo di arrivare ad una offerta di una cinquantina di immobili – ha aggiunto il sindaco – e magari poi inserire anche case in buone condizioni a prezzi piu’ alti, di qualche migliaio di euro”. In passato anche il Comune di San Basile ha varato un’iniziativa simile a quella di San Donato di Ninea, e finora sono una trentina le case che sono state cedute. Anche il Comune di Tarsia, sempre nel Cosentino, ha annunciato una iniziativa analoga, che sara’ presentata nei prossimi giorni.

 PORTIERCASSA: PORTIERI E PROPRIETARI UN’UNICA DIFESA, UN NUOVO CONTRATTO NAZIONALE DI LAVORO CHE TUTELA LAVORATORI E DATORI DI LAVORO

 

Altri Articoli