Edilizia in crisi: più di tremila disoccupati a Modena negli ultimi quattro anni

La crisi delle costruzioni è figlia del crollo degli investimenti pubblici e a Modena, in quattro anni, ha fatto perdere più di 3.000 occupati. Lo calcola Lapam-Confartigianato, consultando i dati messi a disposizione nel rapporto sulle economie regionali della Banca d’Italia sviluppato dal centro studi nazionale Lapam Confartigianato. A Modena, emerge dallo studio, le costruzioni hanno perso tra il 2012 e il 2016 ben 1.674 occupati e l’indotto manifatturiero altri 2.198, mentre risultano in crescita i posti di lavoro nell’immobiliare e nei servizi professionali (+626). Complessivamente, dunque, sono stati persi 3.246 posti di lavoro su un totale di 46.099 occupati (-6,6%). La filiera della casa sul totale ‘pesà per il 26% delle imprese attive, e per il 18,1% degli occupati (a Modena sono 15.188 le imprese attive, divise tra 7.155 aziende nelle costruzioni, 918 dell’indotto manifatturiero e 7.115 tra immobiliare e servizi professionali.

 SOLO CASACONSUM PROTEGGE LA TUA SPESA E LA TUA FAMIGLIA

 

Altri Articoli