Fimaa-Confcommercio: +2,6% le locazioni brevi nel 2019

Nel 2019 il mercato delle case in affitto ha registrato “una crescita dei nuovi contratti ordinari del 1,8% mentre le locazioni brevi (inferiori ai 30 giorni) sono cresciute del 2,6%”. Questi i principali risultati dell’indagine realizzata dall’ufficio studi nazionale Fimaa (Federazione italiana mediatori agenti  d’affari) aderente a Confcommercio, in cui si segnala che i canoni hanno segnato un aumento sia per i contratti ordinari (+1,4%) sia per quelli riferiti alle locazioni brevi (+1,2%). Per le previsioni sul 2020, secondo Fimaa-Confcommercio, nel mercato delle locazioni, i contratti ordinari saranno in aumento con canoni tendenzialmente stabili. Anche gli affitti brevi saranno improntati sulla stabilità sia per il numero di contratti sia per i canoni. Nelle 10 grandi città monitorate i nuovi contratti ordinari sono cresciuti nel 2019 del 2% mentre le locazioni brevi del3,3%. I canoni medi ordinari sono aumentati dell’1,6%, mentre quelli delle locazioni brevi hanno segnato un +1,3% rispetto al 2018. Nelle 27 città medie, invece, i nuovi contratti ordinari sono cresciuti appena dell’1%. Meglio le locazioni brevi cresciute del 2,2% rispetto al 2018. I canoni medi sia ordinari sia riferiti alle locazioni brevi hanno registrato un aumento dell’1,3%. Infine, nelle 34 città piccole monitorate da Fimmaa-Confcommercio i nuovi contratti ordinari hanno registratola migliore performance, crescendo di quasi il 3% rispetto al 2018. Mentre quelli relativi alle locazioni brevi hanno raggiunto il minore rialzo fra le macro-aree analizzate: +1,8%.

 COLF E BADANTI: EBILCOBA TI ASSISTE, TI RIMBORSA LA MALATTIA E TI TUTELA IN TUTTE LE VERTENZE DI LAVORO. SOTTOSCRIVI IL NUOVO CONTRATTO NAZIONALE DI LAVORO INSERENDO IL CODICE E1 NEI VERSAMENTI INPS

 

 

 

Altri Articoli