FIMAA: gli AGENTI IMMOBILIARI HANNO il 50% DI MERCATO DA CONQUISTARE

“In uno scenario economico-politico in costante trasformazione dove nuove norme, come la legge europea 2018, intervengono anche sullo svolgimento dell’attività immobiliare, gli operatori sono chiamati alla maggiore professionalità per garantire servizi avanzati, adeguandosi alle mutate esigenze dei consumatori”. E’ il commento di Santino Taverna, presidente nazionale Fimaa – Federazione italiana mediatori agenti d’affari, (agenti immobiliari, mediatori creditizi, mediatori merceologici e agenti in attività finanziaria) aderente a Confcommercio-Imprese per l’Italia, a margine dell’Assemblea nazionale Fimaa che si è svolta a Roma e alla quale, tra gli altri, sono intervenuti il presidente Confcommercio-Imprese per l’Italia, Carlo Sangalli, il presidente Fiabci Italia Antonio Campagnoli e l’amministratore delegato Nomisma Luca Dondi, che ha illustrato l’indagine 2019 Fimaa-Nomisma sul ruolo dell’agente immobiliare. L’indagine 2019 Fimaa-Nomisma, sul ruolo dell’agente immobiliare, sottolinea, “dimostra che c’è un’importante fetta di mercato, pari al 50%, ancora da conquistare da parte degli operatori. Formazione continua obbligatoria e professionalità costituiscono il binomio vincente per l’agente immobiliare del futuro”. La professionalità, rileva, “è un fattore indispensabile per acquisire il consenso dei consumatori ed interagire efficacemente nel mercato. La crisi, che ha coinvolto l’economia in generale ed il settore immobiliare in particolare, ha lanciato segnali ed avvertimenti importanti in questa direzione”.

 SOLO CASACONSUM PROTEGGE LA TUA SPESA E LA TUA FAMIGLIA

Altri Articoli