Firenze, cala l’offerta degli Affitti Airbnb

Il dieci per cento in meno di appartamenti disponibili su Airbnb e Homeaway. Per la prima volta in undici anni — scrive il Corriere.it — Firenze vede diminuire, e non di poco, la quota di annunci di case per l’ospitalità breve dei turisti. I dati, da Airdna.co, confermano quanto la stessa compagnia californiana che si occupa di big data aveva già ipotizzato: l’inizio della «saturazione» dell’offerta. Anche se, aveva tenuto a precisare, la saturazione non era sul mercato immobiliare, quanto sulla differenza tra l’aumento delle case offerte e i possibili guadagni: i secondi si stavano assottigliando rispetto all’incremento sempre costante dei primi. È il fenomeno registrato da Nomisma a Bologna e che ha portato, in quella città, i ricercatori dell’istituto d’oltre Appennino ad affermare che, se queste tendenze proseguiranno, la «bolla» delle case in affitto per i turisti, con il cambiamento del tessuto economico che questo comporta, potrebbe scoppiare. Nomisma ha registrato un’inversione di tendenza nei possibili ricavi da affitti tramite Airbnb, perlomeno in alcune zone della città. Tradotto: a breve, potrebbe tornare conveniente affittare a famiglie o a studenti più che ai turisti.

 COLF E BADANTI: EBILCOBA TI ASSISTE, TI RIMBORSA LA MALATTIA E TI TUTELA IN TUTTE LE VERTENZE DI LAVORO. SOTTOSCRIVI IL NUOVO CONTRATTO NAZIONALE DI LAVORO INSERENDO IL CODICE E1 NEI VERSAMENTI INPS

Altri Articoli