Forlì, oltre 1400 compravendite

A Forlì è proseguito il buon andamento iniziato nel 2016 con un incremento delle unità residenziali compravendute del venti per centro rispetto al 2017, con 1.260 abitazioni scambiate nel 2018. Questi sono alcuni dei dati del Rapporto 2019 sul mercato immobiliare dell’Emilia Romagna, presentato a Bologna da Scenari Immobiliari in collaborazione con Casa.it. Il fatturato registra un aumento del diciassette per cento circa in un anno rispetto al 2017, per un valore di 253 milioni di euro. Per il 2019 le previsioni sono altrettanto positive, con 281 milioni di euro; mentre le case compravendute arriveranno a 1.450 unità, cioè il quindici per cento in più rispetto allo scorso anno. Le zone centrali registrano una crescita dei prezzi pari del 3,6 per cento nel 2018, positivo il dato anche per le zone semicentrali e periferiche, con il 2,3 e il 3,6 per cento in più nel 2019.In dieci anni è sempre il centro a dimostrare maggiore resilienza di valori, con il 10,9 per cento in meno rispetto al 2009. Una differenza che si ridurrà ulteriormente nel 2019, portando il centro a un a diminuzione dei prezzi del 9,4 per cento in dieci anni. La periferia, invece, perde oltre il ventitré per cento del valore dei prezzi tra il 2009 e il 2018, ma migliora le sue prospettive per il 2019, grazie a un trend positivo generalizzato. registrato nel 2017, superando i due miliardi di euro. Una nuova spinta positiva, anche se moderata, è attesa per l’anno in corso. A Ferrara sono state acquistate 1.600 case nel 2018, ovvero il 6,7 per cento per cento in più rispetto al 2017. Il fatturato ha registrato un altro anno di crescita (+3,9 per cento sul 2017), per un valore di 342 milioni di euro. È aumentata anche l’offerta (+9,8 per cento nel 2018), con una previsione di crescita anche per quest’anno. Stesso trend positivo registrato per compravendite e fatturato, in rialzo rispettivamente del 6,7 e del 4,9 per cento nel 2018.L’andamento delle compravendite evidenzia come Modena abbia risentito della crisi economica, con gli scambi di case che hanno subito un crollo a partire dal 2008 e fino al 2015, quando sono iniziati i primi segnali di ripresa.

 CASACONSUM: TI DIFENDE COME CONSUMATORE, UN OCCHIO VIGILE PER LE TUE NECESSITA’

 

Altri Articoli