In Emilia si parte con l’hOUSING SOCIALE PER 127 ALLOGGI

Persone, famiglie e socialità. Questo il cuore del programma di housing sociale promosso e sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna che, per realizzarlo, aveva indetto, lo scorso luglio, un bando rivolto a cooperative e imprese costruttrici. Approvata dalla Giunta la graduatoria del bando rivolto a cooperative e costruttori, si parte: 14 progetti si sono aggiudicati i 5 milioni di euro messi a disposizione dalla Regione per il 2019, finalizzati alla realizzazione di alloggi da realizzare senza consumo di suolo. Attraverso la demolizione di edifici già esistenti, si punta alla sperimentazione di soluzioni abitative innovative ed efficienti anche sotto il profilo energetico e sismico; come, ad esempio, progetti specifici di cohousing e di ‘abitare solidale’ in appartamenti nuovi o recuperati. In tutto 127 alloggi, destinati a giovani coppie, famiglie numerose o con un solo genitore, anziani, disabili. Tutti con un reddito medio basso, che non posseggono i requisiti per l’assegnazione di un alloggio popolare e, allo stesso tempo, non possono permettersi l’acquisto di un’abitazione nel libero mercato. A rispondere al bando sono state aziende private e cooperative del territorio, interessate ad aderire alla formula per l’housing sociale promossa dalla Regione, per incrementare in Emilia-Romagna l’offerta di alloggi sociali destinati ad essere prima casa, con un costo di acquisto calmierato, ed anche mediante la locazione con patti di futura vendita.

 CONTRATTO COLLETTIVO COLF E BADANTI: CHIEDI CONSIGLIO A EBILCOBA, SOTTOSCRIVI IL NUOVO CONTRATTO NAZIONALE DI LAVORO INSERENDO IL CODICE E1 NEI VERSAMENTI INPS

 

Altri Articoli