L’EMILIA Romagna TERZO MERCATO: BOLOGNA VA MA MILANO È LONTANA

Bene, ma non benissimo. Perche’ al mercato immobiliare emiliano-romagnolo, e a quello di Bologna in particolare, manca lo spunto anche solo per avvicinarsi al fermento che muove Milano. Le compravendite sono aumentate, l’Emilia-Romagna e’ al terzo posto in Italia per numero di transazioni, e anche i prezzi stanno crescendo, tanto che ormai la situazione sta tornando ai livelli pre-crisi, ma le cose potrebbero andare meglio. “Il mercato immobiliare dell’Emilia-Romagna sta recuperando le posizioni che aveva perso durante la crisi, con l’anno prossimo dovremmo tornare alle 68.000 compravendite del 2008”, certifica Mauro Breglia di Scenari immobiliari, che oggi a Bologna a illustrato il rapporto 2019 sul mercato immobiliare in regione stilato con Casa.it. In particolare, “Bologna lamenta la carenza di progetti urbanistici, e’ sempre li’ li’ pronta per partire con progetti che, pero’, non partono mai. Mentre Milano nei prossimi anni avra’ progetti per 13 miliardi, Bologna e la sua area metropolitana non arriveranno a un miliardo. Eppure le economie non sono uno a tredici. Qui c’e’ mercato delle famiglie interessante, ma e’ solo di sostituzione, non consente lo sviluppo della citta'”, nota Breglia. “Bisogna prendere a mano il settore e creare politiche che permettano di far ripartire investimenti. Purtroppo gli investitori internazionali non vengono, perche’ scoraggiati dall’incertezza normativa. Abbiamo tutto per essere i migliori e tutto per non esserlo”, bacchetta Gianluca Giordani di Fiaip Emilia-Romagna. Le compravendite immobiliari in Emilia Romagna rappresentano il 9,7% delle transazioni residenziali italiane. Il mercato della casa prosegue la dinamica positiva avviata nel 2016, con un aumento delle compravendite del 13,7% nel 2018, arrivando a 58.000 transazioni nell’intera regione.

 CASACONSUM: TI DIFENDE COME CONSUMATORE, UN OCCHIO VIGILE PER LE TUE NECESSITA’

Altri Articoli