MOROSITA’ INCOLPEVOLE: 1 Miliardo di EURO PER LA SICILIA. Le proposte di Federproprietà

Ammonta a poco più di un milione di euro  la quota del Fondo per la morosità incolpevole, previsto nella   Finanziaria nazionale 2018, assegnata alla Sicilia. Si tratta di   risorse per contrastare il fenomeno degli sfratti per morosità di   coloro che non sono più in condizioni di pagare l’affitto perché hanno  perso il lavoro. A renderlo noto sono il Sunia e la Cgil siciliani   che, con le segretarie regionali Giusy Milazzo e Mimma Argurio,   lanciano un allarme relativamente al buon utilizzo di queste risorse.   “Dagli ultimi dati del ministero dell’Interno per il 2016 – rilevano –  si ricava che le richieste di esecuzione di sfratto sono 8.478 e 2.368  le emissioni di sfratto. Considerando che la crisi occupazionale   continua nella nostra Regione stimiamo che la povertà abitativa sia in  aumento”.  Come è noto, Federproprietà è da sempre sensibile al problema della morosità. Su sollecitazione del Coordinamento Unitario della Proprietà Edilizia è stato presentato al Senato (primo firmatario il senatore Maurizio Gasparri) un disegno di legge per cui, in caso di perdurare della situazione di morosità da parte di un affittuario e dopo l’atto da parte del giudice dell’ordinanza di convalida dello sfratto, il locatore può avvalersi dell’utilizzo della forza pubblica per procedere all’immediata esecuzione del suo diritto. Il proprietario dovrà  presentare apposita istanza all’Ufficio Esecuzioni del distretto di Corte d’Appello in cui è ubicato l’immobile e la forza pubblica dovrà rendersi disponibile ad assistere l’ufficiale giudiziario nell’esecuzione dello sfratto, che dovrà avvenire non oltre i 30  giorni dalla presentazione della richiesta.

 PROBLEMI DI CONDOMINIO? L’ARPE LI RISOLVE CON SOLI 8 EURO AL MESE. CONSULENZE TECNICHE-LEGALI-FISCALI GRATUITE PER TUTTO L’ANNO

 

 

Altri Articoli