Mutui: le offerte di luglio

E’ un ottimo momento per sottoscrivere un mutuo, un passo decisivo nella vita degli italiani che intendono comprare casa. Il quadro non potrebbe essere più roseo, quasi irripetibile: spread contenuto, tassi e prezzi delle case si mantengono bassi. A risollevare il morale, di recente, ci ha pensato anche Mario Draghi, che ha dichiarato di essere pronto a lanciare, se necessario, un nuovo quantitative easing. E il cambio al vertice della Bce con la nomina di Christine Lagarde non dovrebbe avere degli effetti in termini di tassi di interesse e conseguenze sui mutui. Con tutta probabilità il nuovo presidente opterà per una soluzione di continuità con la politica monetaria di Mario Draghi, proseguendo sulla sua scia. Sono tutte buone notizie per chi si trovi a stipulare oggi un mutuo, rispetto a quanto accadeva un anno fa. Le banche italiane si trovano a pagare meno il costo del denaro, puntano a mantenersi su livelli concorrenziali e possono “limare” i tassi offrendo prodotti alle migliori condizioni di sempre.Vediamo le variazioni che si sono verificate a luglio: Banca Sella ha aumentato lo spread fino a 10 punti base sui tassi fissi e lo spread fino a 5 punti base sui tassi variabili; Webank ha praticato un aumento dello spread fino a 15 punti base sui mutui a tasso fisso; Intesa Sanpaolo ha ridotto il Tan fino a 25 punti base sui tassi fissi; UniCredit ha ridotto il Tan fino a 70 punti base sui tassi fissi; e Bnl ha operato una riduzione del Tan fino a 30 punti base sui tassi fissi e fino a 5 punti base sui tassi variabili.

 CASACONSUM: TI DIFENDE COME CONSUMATORE, UN OCCHIO VIGILE PER LE TUE NECESSITA’

 

Altri Articoli