Al via i controlli sui contabilizzatori di calore, con Multe fino a 2.500 euro

Partono le ispezioni sulla contabilizzazione del calore — ricorda Il Sole 24 Ore — due anni dopo il giugno 2017, data entro la quale i condòmini con riscaldamento centralizzato o teleriscaldamento avrebbero dovuto mettersi in regola, con pesanti sanzioni da 500 a 2.500 euro per ogni proprietario degli stabili «inadempienti». I controlli con la minaccia di sanzioni dovrebbero far ripartire un motore inceppato: le industrie del settore, dopo un primo boom, da un anno e mezzo hanno visto ristagnare le richieste sia di prodotti da installare sia di servizi di contabilizzazione.…

Leggi

Uecoop: per la frenata del mattone persi 400mila posti di lavoro

“Allarme per la brusca frenata del mattone nel quarto trimestre del 2018 con 400mila posti di lavoro già persi dal settore negli ultimi dieci anni”. E’ quanto afferma Uecoop, l’Unione europea delle cooperative, in relazione agli ultimi dati Istat sul comparto residenziale che fanno registrare un -5,1% congiunturale delle nuove abitazioni dopo tre trimestri consecutivi con segno positivo che lasciavano sperare in una ripresa stabile del settore. “L’emorragia di posti di lavoro nell’edilizia scatenata dalla crisi di dieci anni fa non è stata purtroppo ancora compensata – sottolinea Uecoop –…

Leggi

oltre 35 milioni le unità immobiliari censite in catasto

L’abitazione italiana media censita in catasto ha 5,5 vani, mentre è leggermente più piccola quando non è di proprietà delle persone fisiche, secondo dati dell’Agenzia delle Entrate. Riguardo invece i metri quadri, la superficie media delle abitazioni censite negli archivi, calcolata come rapporto tra la superficie catastale complessiva e il numero di unità, si è confermata pari a circa 117 metri quadrati. Le unità immobiliari censite come abitazioni sono oltre 35 milioni, circa 92mila unità in più rispetto al 2017 (+0,3%). In particolare, rispetto all’anno precedente aumentano il numero dei…

Leggi

Torino, nel residenziale si consolida la ripresa

“Si mostra complessivamente buono lo stato del settore abitativo a Torino. Sebbene la crescita delle transazioni nel 2018 abbia subito un lieve rallentamento rispetto all’anno precedente (+4,3%), gli indicatori mostrano un consolidamento della ripresa, evidente, in particolare, in una domanda che si mantiene vivace – rivolta più all’acquisto che alla locazione – e in una tendenza dei prezzi alla crescita”. E’quanto emerge dall’analisi del secondo Osservatorio Immobiliare 2019 di Nomisma. Il comparto residenziale torinese evidenzia un rialzo dei valori semestrali nell’ordine dello 0,5% per le abitazioni nuove e dello 0,8%…

Leggi

In Campania giù i prezzi di vendita, aumentano gli affitti

Il mercato residenziale campano sembra viaggiare a velocità differenti, con prezzi di vendita in discesa e locazioni in risalita. E’ quanto emerge dagli studi condotti dall’Osservatorio di Immobiliare.it sull’andamento del settore immobiliare campano nel primo semestre 2019. Le variazioni dei prezzi richiesti da chi vende casa sono prossime al -1%, facendo scendere il prezzo medio al metro quadro sotto quota 2.000 euro. Dopo i primi sei mesi del 2019 il prezzo di vendita si attesta quindi a 1.992 euro/mq. Al contrario, i canoni di locazione crescono di 0,7 punti percentuali,…

Leggi

AVVISO

GLI UFFICI DELLA ARPE-FEDERPROPRIETA’ SARANNO CHIUSI PER FERIE DAL 3 AL 24 AGOSTO. Per urgenze di natura legale rivolgersi all’avv. M.Mascarucci, Vicepresidente ARPE, tel.347.2682760. Per emergenze tecniche rivolgersi  al tel. 334.8704286