Attualità 

AMMINISTRATORE CON PARTITA IVA

Regime forfettario Giorgio Caputo*   I soggetti che intendono beneficiare del regime agevolato di cui all’articolo 1, commi da 54 a 89 della Legge n. 190/2014, il così detto “Regime Forfettario” devono soddisfare contemporaneamente le seguenti condizioni:   Aver conseguito ricavi o percepito compensi, ragguagliati ad anno, non superiori a 65.000 euro e nell’ipotesi in cui si esercitano più attività, contraddistinte da codici Ateco differenti, occorre considerare la somma dei ricavi e dei compensi relativi alle diverse attività esercitate;   Aver sostenuto spese per un importo complessivo non superiore a…

Leggi
Attualità 

AMMINISTRATORE CON PARTITA IVA

Regime forfettario   I soggetti che intendono beneficiare del regime agevolato di cui all’articolo 1, commi da 54 a 89 della Legge n. 190/2014, il così detto “Regime Forfettario” devono soddisfare contemporaneamente le seguenti condizioni:   Aver conseguito ricavi o percepito compensi, ragguagliati ad anno, non superiori a 65.000 euro e nell’ipotesi in cui si esercitano più attività, contraddistinte da codici Ateco differenti, occorre considerare la somma dei ricavi e dei compensi relativi alle diverse attività esercitate;   Aver sostenuto spese per un importo complessivo non superiore a 20.000 euro…

Leggi
Attualità 

SuperEcobonus 110%: facciamo il punto

A partire dallo scorso anno, il quadro di detrazioni fiscali finalizzate al recupero del patrimonio edilizio esistente e alla riqualificazione energetica degli edifici si è ampliato grazie al Superbonus del 110%. Con l’aggiunta di questa forma incentivante, ad oggi Enea si occupa complessivamente dei seguenti meccanismi di agevolazione fiscale: Bonus Casa (per gli interventi che comportano risparmio e/o utilizzo di fonti energetiche rinnovabili), Ecobonus, Bonus Facciate (per gli interventi influenti dal punto di vista termico) e SuperEcobonus. Il Superbonus è stato introdotto con il Decreto legge “Rilancio” n. 34 del…

Leggi
Attualità 

Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia.

Il provvedimento, riunisce e coordina in un Testo Unico tutte le disposizioni legislative e regolamentari, a loro volta riportate rispettivamente nel D.P.R. 378/2001 (Testo B – disposizioni legislative) e nel D.P.R. 379/2001 (Testo C – disposizioni regolamentari), emanate in materia di edilizia. Il testo suddetto è stato ulteriormente coordinato con successive modificazioni. Il provvedimento raccoglie sia i provvedimenti che riguardano l’attività edilizia che la normativa tecnica per l’edilizia, abrogando espressamente una lunga serie di norme previgenti. Molti altri provvedimenti sono invece espressamente confermati, e pertanto il provvedimento in esame non…

Leggi
Attualità 

Come funziona il nuovo mutuo

Il governo Draghi sta pensando di dare una scossa al mercato immobiliare favorendo i  più giovani che, spesso, non sono incentivati a investire sul mattone. Dovrebbero essere previsti mutui al 100% garantiti dallo Stato per gli under 35. Un aiuto concreto per questa fascia d’età; per comprare casa non si andrà incontro a un salasso, poiché si pagherebbero solamente gli onorari del notaio e gli eventuali costi riguardanti l’agenzia di intermediazione.

Leggi
Attualità 

MODELLO EAS

Il modello deve essere presentato all’Agenzia delle Entrate in via telematica entro il 31 marzo dell’anno successivo a quello in cui sono intervenute variazioni mentre, per i soggetti appena costituiti, il modello deve essere presentato entro 60 giorni. Gli enti associativi che non provvedono ad inviare il Modello EAS non potranno godere delle agevolazioni fiscali relative alla detassazione di quote e contributi associativi. Nel caso di mancato invio del Modello nei termini ordinari i soggetti interessati possono adire alla procedura della “remissione in bonis” con la possibilità di poter fruire fin dalla data di costituzione dei benefici fiscali…

Leggi
Attualità 

Mutui casa, cresce la domanda

Dobbiamo registrare un lieve aumento  dei tassi fissi per i mutui prima casa. Nel mese di febbraio sono saliti all’1,65 per cento con un incremento dell’0,4% rispetto al mese precedente. Questo non ha peò determinato un decremento nell’erogazione da parte delle banche. Lo rende noto Bankitalia nella pubblicazione mensile “Banche e moneta”, che spiega come i prestiti alle famiglie siano aumentati del 2,4% sui dodici mesi (2,2% in gennaio), mentre quelli alle società non finanziarie sono aumentati del 7,6% (7,3% nel mese precedente)

Leggi
Attualità 

Decreto Sostegni. Le 5 aree di intervento

Gli interventi previsti si articolano in 5 ambiti principali: sostegno alle imprese e agli operatori del terzo settore; lavoro e contrasto alla povertà; salute e sicurezza; ulteriori interventi settoriali. 1) Sostegno alle imprese e agli operatori del terzo settore Si prevede un contributo a fondo perduto per i soggetti titolari di partita IVA che svolgono attività d’impresa, arte o professione, nonché per gli enti non commerciali e del terzo settore, senza più alcuna limitazione settoriale o vincolo di classificazione delle attività economiche interessate. Per tali interventi, lo stanziamento complessivo ammonta…

Leggi
Attualità 

Compilazione delle comunicazioni delle spese di ristrutturazione edilizia e risparmio energetico su parti comuni condominiali

Il software “Comunicazione da Amministratori Condominio 2020” è un prodotto che permette agli utenti la compilazione delle comunicazioni delle spese di ristrutturazione edilizia e risparmio energetico su parti comuni condominiali sostenute a partire dall’anno 2020. Ne dà comunicazione il sito del sole 24 ore, il quotidiano del condominio. Il quotidiano del Condominio ricorda che gli amministratori di condominio devono comunicare all’Agenzia delle entrate, entro il 16 marzo 2021, i dati relativi alle spese sostenute nell’anno precedente dal condominio con riferimento agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione…

Leggi
Attualità 

Associazione Romana Proprieta’ Edilizia’: da respingere l’ipotesi di reintrodurre IMU sulla prima casa

Si stanno facendo sempre più insistenti, nel mondo politico e finanziario, le voci di pressioni di ambienti UE e italiani per spingere il governo di Mario Draghi a reintrodurre l’imposta IMU sulla prima casa. “ Sono voci che si ripetono, osserva il Vice Presidente Vicario Associazione Romana Proprieta’ Edilizia’,avvocato Giovanni Bardanzellu, e che è nostro dovere continuare a respingere.Non è il momento migliore per risvegliare nei contribuenti italiani paure mai sopite. In una fase di incertezze sanitarie ed economiche va tenuto presente il carico fiscale che grava sulle famiglie e…

Leggi