Compravendite: Gli agenti immobiliari contrari al portale col “bollino” dei notai

Alle principali associazioni degli agenti immobiliari non è piaciuta l’iniziativa del Notariato di lanciare (il debutto ufficiale è stato lo scorso 4 aprile) un portale dedicato alle vendite immobiliari che contenga esclusivamente immobili con il ”bollino” dei notai, cioè sottoposti preventivamente alle verifiche catastali e di regolarità che in genere vengono invece eseguite solo prima dell’atto di compravendita. La Consulta interassociativa... Leggi

Roma, alberi senza cura nella capitale più verde d’Europa: ma basterà il microchip comunale per salvarli?

Un conto è censirli, un altro è controllare che gli 86mila grandi alberi della Capitale più verde d’Europa continuino a produrre ossigeno e a sagomare le grandi vie di scorrimento della città in condizioni di sicurezza, senza cioè che qualche grosso ramo – se non addirittura l’intero fusto – si schianti sulla testa del malcapitato di turno. Così, per abbattere il... Leggi

Lavori in casa senza permesso: ora si può. Un primo elenco

La prima domenica «libera» per fare lavori e lavoretti: non occorrono più permessi comunali p– ricorda Il Sole 24 Ore — per installare pergotende, pannelli solari, controsoffitti e per svolgere molte altre opere di manutenzione ordinaria edilizia e lavori impiantistici. E’ entrato infatti in vigore il decreto delle Infrastrutture del 2 marzo 2018 con l’elenco dei primi 58 lavori liberalizzati,... Leggi

atac, corsa contro il tempo per evitare il fallimento. Anderson: va privatizzata

Il 30 maggio la sentenza del Tribunale sul concordato. Lo stesso giorno la scadenza del Ministero per il rinnovo della fideiussione a garanzia dei conti aziendali. Poi c’è il referendum per la privatizzazione il 3 giugno, e il braccio di ferro in corso con i sindacati sugli orari di lavoro. Cosa accadrà? Il ministero ha tentato di ridimensionare il tutto: “Immotivati allarmismi... Leggi

Un nemico in casa: la muffa

La muffa è uno dei principali nemici che abbiamo in casa: spesso viene sottovalutata, ma provoca danni alla salute, misurati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, che attribuisce alle muffe domestiche un aumento del 50% delle malattie respiratorie. In Italia il problema attualmente riguarda il 20% delle case, ma è in aumento. Questo dipende dai materiali che sono stati utilizzati negli ultimi... Leggi

Bonus condizionatori: cos’è e come funziona

In Italia c’è un bonus praticamente per tutto e dunque con l’arrivo della stagione calda si può approfittare del bonus condizionatori. Il bonus condizionatori 2018 è una detrazione Irpef che varia a seconda della tipologia di intervento di ottimizzazione dell’efficienza dei consumi energetici che si opera all’interno di un immobile. Il bonus vale anche per gli apparecchi in pompa di calore... Leggi

affitti: iN TESTA le PREFERENZE dei proprietari per STUDENTI E CONTRATTI a 6 MESI

La principale preoccupazione prima di mettere in affitto la proprietà è l’impossibilità di trovare inquilini, problema nei fatti smentito, in quanto per 3 su 4 è stato poi facile trovare inquilini. Seguono i dubbi di carattere legale e fiscale, che se sommati alle preoccupazioni sulle procedure, riguardano il 40%. La maggioranza dei proprietari preferisce gli studenti come inquilini perché apprezza... Leggi

L’ocse insiste per la patrimoniale. Federproprietà: già esiste, è quella di Imu-Tasi

La crisi economica ha aumentato le diseguaglianze in Italia, così come in altri Paesi, e proprio laddove i divari sono più ampi una tassa patrimoniale sulla ricchezza potrebbe essere utile ad un riequilibrio sociale. Non a caso l’Italia è anche tra i Paesi con una delle tassazioni più favorevoli per la casa (almeno la prima) ed offre una tassazione ‘leggera’... Leggi

Il canone concordato guadagna terreno. Federproprietà: deve però essere esteso anche a uso diverso dall’abitazione

Sfruttando i rinnovi delle intese locali e la cedolare secca con aliquota al 10% — sottolinea Il Sole 24 Ore — sono sempre di più i proprietari che scelgono il canale agevolato. Nelle dichiarazioni dei redditi presentate l’anno scorso (anno d’imposta 2016) il numero dei contribuenti che hanno optato per la flat tax ridotta è cresciuto del 28,8%, contro un... Leggi