impianti per l’edilizia: la tecnologia traina il boom

E’ stato presentato all’Uni di Milano il quinto ‘Rapporto congiunturale e previsionale sul mercato italiano dell’installazione impianti in edilizia’, realizzato da Cresme e con la partnership di Cna Impianti, Anima, Angaisa e Mostra Convegno Expoconfort. Dai dati presentati si evince come nel 2018 il valore dell’impiantistica per l’edilizia sia salito a 62,5 miliardi di euro, +3,7% rispetto al 2017. Gli impianti idrotermosanitari ad esempio salgono a 21,3 miliardi di euro, l’installazione di componenti e sistemi elettrotecnici e elettronici supera i 25 miliardi, gli altri impianti salgono a 5,5 miliardi e l’attivita’ di installazione realizzata da imprese di costruzioni e soprattutto da imprese non specializzate e Dys sale a quasi 10,7 miliardi di euro. Questa crescita e’ evidenziata anche dal crescente numero di addetti impiantistici che negli edifici sono oggi il 33,5% degli addetti totali del settore delle costruzioni, mentre nel 1991 erano il 20,3%, nel 2001 il 27,2%. Insomma, le costruzioni sono sempre piu’ un settore caratterizzato dagli impianti, un fenomeno destinato a crescere.

 PORTIERCASSA: PORTIERI E PROPRIETARI UN’UNICA DIFESA, UN NUOVO CONTRATTO NAZIONALE DI LAVORO CHE TUTELA LAVORATORI E DATORI DI LAVORO

 

 

Altri Articoli