Roma, sono 82 gli edifici occupati abusivamente

Quanti sono gli immobili occupati abusivamente a Roma e in Italia? Cominciamo dalla capitale. Secondo quanto riporta il Viminale, a luglio 2019 «sono 82 attualmente nel territorio di Roma gli edifici occupati abusivamente da oltre 11mila persone». Il prefetto di Roma, Gerarda Pantalone, il 18 luglio ha approvato un “Piano degli interventi di sgombero”, relativo a 23 immobili occupati abusivamente. I criteri utilizzati per individuare le priorità sono diversi. Vengono innanzitutto presi in considerazione le occupazioni dove il mancato sgombero è stato sanzionato «con sentenza di condanna al risarcimento del danno», le occupazioni «gravate da ordine di rilascio emesso dall’Autorità giudiziaria civile ed amministrativa cui occorre prestare ottemperanza», e le occupazioni «gravate dal sequestro preventivo». Insomma, è fondamentale che sulla situazione particolare di un immobile occupato ci sia qualche pronuncia da parte dei giudici.Tra queste situazioni si dà poi la priorità alle situazioni in cui le condizioni strutturali e sanitarie dell’immobile mettono a rischio l’incolumità pubblica e privata (edifici pericolanti o dove le condizioni igieniche sono pessime), a quelle in cui sono presenti  «criticità sotto il profilo dell’ordine e della sicurezza pubblica» (luoghi di spaccio, prostituzione e criminalità in generale), e infine a quelle dove si devono garantire i diritti riconosciuti ai proprietari. In quest’ultimo caso si segue un ordine cronologico, per cui chi prima ha visto riconoscersi dall’autorità giudiziaria i propri diritti, prima vedrà sgomberato il proprio immobile. Secondo fonti di stampa , che citano «cifre che girano al Viminale», la situazione di Roma sarebbe la peggiore in Italia, anche facendo il confronto con le altre grandi città del Paese come Napoli e Milano. Ma qual è la situazione a livello generale in Italia?Sulla questione degli immobili occupati in tutta Italia non ci sono dati ministeriali e i numeri più affidabili, e recenti, sono forniti da Federcasa, la federazione che associa 114 enti che si occupano di gestione del patrimonio di edilizia residenziale pubblica. A luglio 2016, presentando un dossier sul tema, il presidente di Federcasa Luca Talluri aveva dichiarato: «Nel Paese gli alloggi occupati sono circa 48 mila, un numero non altissimo se messo in relazione agli oltre 750 mila alloggi gestiti dagli enti casa a noi associati, ma ugualmente importante». Precisiamo che stiamo parlando qui solo di case popolari occupate, mentre gli immobili di privati o anche di enti pubblici – ma non qualificate come case popolari – non rientrano in questo conteggio.

 COLF E BADANTI: EBILCOBA TI ASSISTE, TI RIMBORSA LA MALATTIA E TI TUTELA IN TUTTE LE VERTENZE DI LAVORO. SOTTOSCRIVI IL NUOVO CONTRATTO NAZIONALE DI LAVORO INSERENDO IL CODICE E1 NEI VERSAMENTI INPS

Altri Articoli