Primo Piano 

La Regione Lazio “sana” gli abusivi delle case popolari. Anderson: una delibera scandalosa

La Giunta regionale del Lazio ha approvato la delibera che dà attuazione alla sanatoria per le famiglie che hanno occupato abusivamente una casa popolare. La possibilità di una “assegnazione in regolarizzazione” per i nuclei che abitano senza alcun titolo negli alloggi dell’Ater o dei Comuni della regione era stata prevista con la legge 1 del 2020, il cosiddetto Collegato al Bilancio. La nuova delibera definisce i termini e le modalità di presentazione della domanda e stabilisce l’iter procedurale. “Una delibera scandalosa – denuncia Massimo Anderson, presidente di ARPE-FEDERPROPRIETÀ (l’associazione che…

Leggi
Primo Piano 

Gasparri: Zingaretti premia gli abusivi e penalizza gli onesti

Anche il senatore Maurizio Gasparri, commissario di Forza Italia per Roma Capitale, ha preso posizione in merito alla sanatoria. “La Giunta Regionale del Lazio, con una delibera dedicata — ha dichiarato — sana le occupazioni abusive delle case popolari. Un provvedimento che offende tutti i cittadini romani che seguono le regole civili, pagano le tasse, fanno i salti mortali per far quadrare i conti e pagare ogni mese il mutuo per l’acquisto delle casa o corrispondere ai proprietari degli immobili il canone d’affitto. Una decisione, quindi, che premia l’abusivismo e…

Leggi
Attualità 

Tornano a crescere le richieste di mutui (a giugno +13,3%)

Dopo l’inevitabile frenata registrata nel mese e mezzo successivo al varo del lockdown disposto dal governo per contenere la diffusione della pandemia di Covid-19, le famiglie italiane hanno ripreso a rivolgersi agli istituti di credito per finanziare i propri acquisti e l’investimento sulla casa. E’ quanto emerge dai dati del Barometro Crif delle richieste di mutui e prestiti delle famiglie italiane, aggiornato a giugno 2020. Nello specifico, la dinamica in atto registrata da Crif sul proprio Sistema di Informazioni Creditizie ha mostrato un progressivo recupero che si e’ concretizzato compiutamente…

Leggi
Dalle Città 

Milano, prezzi in aumento NEL SECONDO TRIMESTRE (+7%)

Lo stallo dei prezzi da Covid19 è già un lontano ricordo. I prezzi delle case usate sono in netto aumento a Milano nel secondo trimestre e, secondo una ricognizione della piattaforma Idealista, crescono del 7,1% su base trimestrale con un valore medio di quasi 4mila euro al metro quadro. Su base annuale le richieste dei proprietari sono aumentate invece di ben 18,7 punti percentuali. L’ultimo indice dei prezzi ha rilevato un andamento crescente nella maggior parte delle zone cittadine, nonostante il lockdown dei mesi primaverili. Secondo quanto spiegano all’Adnkronos da…

Leggi
Attualità 

La startup immobiliare Smarthome vende casa a 99 euro al mese

Vendere casa senza versare provvigioni. Ma un semplice abbonamento da 99 euro al mese per 10 mesi, a prescindere dal valore dell’immobile o dall’esito della transazione. Dal 15 luglio — scrive Il Sole 24 Ore — sarà attiva Smarthome, una startup immobiliare del gruppo Casamica, da 25 anni attivo con alcune agenzie immobiliari tradizionali a Lucca e specializzato negli immobili di fascia alta. Un progetto che parte “locale”, ma anche attraverso un network di collaboratori sul posto punta a raggiungere un respiro nazionale. Il nuovo brand punta ad attirare immobili…

Leggi
Attualità 

Passa alla Camera il Dl Rilancio: il superbonus esteso alle seconde abitazioni

Fresco di approvazione con fiducia alla Camera – con 318 voti a favore, 231 contrari e 2 astenuti – il Dl Rilancio è pronto per il via libera definitivo del Senato. Il provvedimento ha messo in campo interventi da 55 miliardi di euro per limitare l’impatto ecnomico su imprese, partite Iva, dipendenti, famiglie e terzo settore. Fra le misure originarie: i contributi a fondo perduto per le aziende, lo stop ai pagamenti dell’Irap, il Reddito di emergenza, l’innalzamento da 600 euro a 1200 del bonus babysitter. Il passaggio alla Camera…

Leggi
Attualità 

nel decreto legge anche piccoli interventi di semplificazione edilizia

Demolizione ricostruttiva con possibile aumento di cubatura e di altezze; oneri scontati del 20% per le rigenerazioni urbane; prorogati i termini di inizio e fine lavori; silenzio assenso attestato nero su bianco. Sono alcuni dei principali interventi di semplificazione edilizia, contenuti del decreto legge Semplificazione approvato nella notte tra il 6 e il 7 luglio dal Consiglio dei Ministri. Di seguito Italia Oggi elenca le principali novità, tra le quali dovrebbe esserci anche un allargamento delle tolleranze non sanzionabili, esteso anche a irregolarità geometriche, diversità delle finiture, diversa collocazione di…

Leggi
Attualità 

L’Ance: in Italia occorrono 16 anni per un’opera pubblica sopra i 100 milioni

Per realizzare un’opera pubblica sopra i 100 milioni di euro in Italia ci vogliono sedici anni. Per le più semplici opere di manutenzione servono quattro o cinque anni. A lanciare l’allarme — scrive Italia Oggi — è l’Ance in occasione del convegno “Il coraggio di semplificare” nei giorni in cui è in discussione il Dl semplificazioni. I problemi cominciano a monte della gara. Solo per approvare i contratti di programma Anas e Rfi ci vogliono 11 passaggi autorizzativi. Inoltre sono ancora bloccati da due anni e mezzo 30 miliardi di…

Leggi
Attualità 

come si cerca un immobile ai tempi del Covid

L’emergenza sanitaria legata alla pandemia da Covid-19 ha travolto anche i  mondo del mattone e i piani di molti italiani intenti a cercare casa. Immobiliare.it e Realitycs hanno realizzato il primo report basato sull’analisi dei Big Data disponibili dalle 6 milioni di ricerche salvate sul sito, con l’obiettivo di fotografare in modo preciso come il Coronavirus abbia cambiato l’approccio alla casa.”Dallo scoppio della pandemia tutto il settore immobiliare ha navigato a vista, cercando di prevedere quello che sarebbe potuto accadere – dichiara Antonio Intini, Chief Business Development Officer di Immobiliare.it…

Leggi
Attualità 

disagio abitativo per un milione e mezzo di famiglie

La pandemia da Covid-19 ed il conseguente lockdown hanno determinato un pesante impatto sul reddito e sulle condizioni di vita delle famiglie italiane, tanto che una su quattro ha avuto difficoltà a pagare l’affitto, e oltre il 40% prevede di non riuscire a pagarlo nei prossimi 12 mesi. A soffrire sono state anche le famiglie con un mutuo le quali, a causa delle difficoltà nel far fronte alle rate, hanno generato un ammontare di crediti deteriorati in pancia alle banche di 15,6 miliardi di euro. Ad aggravare il quadro generale…

Leggi