in veneto Una casa su due può sfruttare il nuovo condono

In Veneto ci sono poco più di un milione di case. Stando ad una recente analisi dell’Ance, l’associazione dei costruttori edili — scrive il Corriere.it — esattamente sono 1.057.000. Di queste, si stima che circa sette su dieci siano state costruite prima del 1977. Dunque, sarebbero circa settecentomila le abitazioni potenzialmente interessate alla sanatoria votata lunedì dal consiglio regionale, quella del condono relativo alle «piccole difformità edilizie». Più complicato è capire quanti siano i proprietari che potenzialmente potrebbero essere interessati ad applicare la norma. Il motivo? Si scoprono le irregolarità…

Leggi

dalla regione Lombardia 30 milioni per il recupero di alloggi popolari

Trenta milioni di euro per il recupero, la manutenzione e la riqualificazione delle unita’ abitative destinate a servizi abitativi pubblici e non utilizzate per carenze manutentive ai fini della rapida assegnazione degli alloggi sfitti. Lo prevede la delibera approvata dalla Giunta lombarda, su proposta dell’assessore alle Politiche sociali, abitative e Disabilita’ Stefano Bolognini, che definisce i ‘Criteri del programma di recupero’ di unita’ abitative localizzate nei Comuni non classificati ad alta intensita’ di fabbisogno abitativo, ai sensi della programmazione regionale e del programma per la realizzazione di ‘Servizi abitativi transitori’.…

Leggi

torna l’interesse all’acquisto, Ottimisti gli operatori immobiliari

Opportunità sul mercato dopo dieci anni di cali di prezzi, tassi di interesse ai minimi storici sui mutui, moderata fiducia – anche se la ripresa economica non c’è – sono gli ingredienti che rendono meno amaro il futuro del mercato immobiliare italiano. Un mercato — scrive Il Sole 24 Ore — che registra il ritorno al mattone dei risparmiatori, in mancanza di concorrenza. I privati, infatti, sono invogliati a cambiare casa per il basso costo del denaro e sono attirati a investire nel mattone dal successo degli affitti brevi, ma anche…

Leggi

Mutui: ecco come sarà il 2020 fra tasso fisso e variabile

Come sarà il 2020 per il mercato dei mutui? I tassi saliranno o scenderanno? Sarà ancora conveniente cambiare banca? Sono domande che si stanno ponendo le circa 250mila famiglie che ogni anno stipulano un nuovo mutuo, senza contare tutti coloro – e nell’ultima parte del 2019 hanno fatto la parte del leone – che surrogano (spostano il mutuo presso un’altra banca che offre condizioni in termini di tasso e durata più convenienti) o rinegoziano (convincono la propria banca a migliorare le condizioni di partenza), secondo quanto scrive Il Sole 24…

Leggi

La vendita in testamento rientra nella successione

La vendita di immobili, avvenuta per volontà testamentaria della defunta, rientra in successione. L’esecutore testamentario è obbligato a presentare la dichiarazione di successione, indicando il ricavato della vendita e la relativa imposta di successione, ed è possessore dei beni dell’eredità, quindi è anche tenuto al pagamento dell’imposta di successione. Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con la risposta n. 471/2019, secondo quanto pubblica il quotidiano Italia Oggi. In presenza di beni immobili nell’attivo dell’eredità sorge l’obbligo di presentazione della dichiarazione di successione e dell’autoliquidazione delle relative imposte ipotecaria e catastale.…

Leggi

AVVISO

GLI UFFICI DELLA ARPE-FEDERPROPRIETA’ SARANNO CHIUSI PER FERIE DAL 3 AL 24 AGOSTO. Per urgenze di natura legale rivolgersi all’avv. M.Mascarucci, Vicepresidente ARPE, tel.347.2682760. Per emergenze tecniche rivolgersi  al tel. 334.8704286