Le agevolazioni per i contribuenti che avviano o concludono lavori nell’immobile dal primo gennaio

La legge di bilancio approvata dal Parlamento il 30 dicembre 2018 ha rinnovato il pacchetto di agevolazioni per i contribuenti che avviano o concludono lavori nell’immobile dal primo gennaio 2019. La proroga delle detrazioni lascia alcune incertezze sulle modalità di pagamento, sulla lista delle opere consentite, sulla definizione di sistemazione a verde. BONUS RISTRUTTURAZIONI: è consentito di detrarre dall’Irpef il 50% delle spese sostenute fino al limite di 96 mila euro, in 10 quote annuali. L’obiettivo è quello del recupero del patrimonio immobiliare. ECOBONUS: i dati per il risparmio energetico (sostituzione di pavimenti, finestre, infissi) o l’utilizzo delle fonti rinnovabili (pannelli solari) vanno comunicati all’Enea, entro 90 giorni. Le agevolazioni per lavori di risparmio energetico vanno dal 50 al 65% per spese fino a 100 mila euro. BONUS VERDE: è prevista la detrazione Irpef del 36% su spese non superiori ai 5 mila euro per unità immobiliare a uso abitativo. BONUS MOBILI: la detrazione spetta nella misura del 50% delle spese sostenute per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione. SISMA BONUS: le detrazioni per le spese per interventi antisismici sugli edifici giacenti in zone ad alto rischio sono del 50% su un ammontare massimo di 96 mila euro. Detrazioni diverse per i lavori effettuati dai condomini.

 CONTRATTO COLLETTIVO COLF E BADANTI: CHIEDI CONSIGLIO A EBILCOBA, SOTTOSCRIVI IL NUOVO CONTRATTO NAZIONALE DI LAVORO INSERENDO IL CODICE E1 NEI VERSAMENTI INPS

Altri Articoli