Attualità 

Superbonus: al via le assemblee condominiali con maggioranze ridotte

Detrazione sì o no? Che fare se non tutti i proprietari sono interessati al Superbonus? Chi è contrario può bloccare i lavori? Se ci sono pochi appartamenti come regolarsi? Con la fine delle ferie — scrive la Repubblica — si avvicina il momento in cui i condomini dovranno prendere decisioni sugli interventi da fare. Con le novità introdotte nel decreto Agosto (dl 104/2020) sarà più facile dare il via libera ai lavori, grazie alla maggioranza ridotta prevista per deliberare. Con il nuovo comma 9-bis aggiunto all’articolo 119 del decreto Rilancio (relativo appunto al Superbonus) si stabilisce infatti che “Le deliberazioni dell’assemblea del condominio aventi per oggetto l’approvazione degli interventi di cui al presente articolo sono valide se approvate con un numero di voti che rappresenti la maggioranza degli intervenuti e almeno un terzo del valore dell’edificio”. Questi interventi in sostanza non sono più considerati come innovazioni per le quali è richiesta la maggioranza di almeno 500 millesimi, ma quasi come interventi “necessari”, anche se di rilevante portata. Possono essere così approvati tutti i lavori che consentono di ottenere le detrazioni maggiorate, quindi sia gli interventi trainanti come la coibentazione e la sostituzione della caldaia, che quelli trainati come l’installazione di pannelli fotovoltaici e le colonnine di ricarica. Il Superbonus in linea di principio è riconosciuto sugli immobili per uso residenziale. Per questo quando si tratta di lavori sulle parti comuni la detrazione è sempre ammessa per tutti i proprietari di appartamenti e relative pertinenze, anche se si tratta di società o di titolari di partita Iva, purché non si tratti di immobili destinati allo svolgimento di attività professionale.

 COLF E BADANTI: EBILCOBA TI ASSISTE, TI RIMBORSA LA MALATTIA E TI TUTELA IN TUTTE LE VERTENZE DI LAVORO. SOTTOSCRIVI IL NUOVO CONTRATTO NAZIONALE DI LAVORO INSERENDO IL CODICE E1 NEI VERSAMENTI INPS

Articoli Correlati

Leave a Comment