Attualità 

compravendite: decisive le Politiche sui mutui

Poco permeabile al calo del Pil e alle variabili macroeconomiche. Estremamente reattivo ai tassi sui mutui. Ecco perché — scrive Il Sole 24 Ore — «per evitare shock sistemici al mercato immobiliare come quelli accaduti nel 2012-2015, sarebbe opportuna, almeno per un periodo di tempo limitato, una garanzia di Stato sui mutui (analoga a quella fornita sulle imprese)». A queste conclusioni è giunta l’analisi di Homepal sui fattori che maggiormente influenzano il mercato immobiliare in Italia. Per poter correttamente stimare le evoluzioni potenziali del mercato immobiliare, relativamente alla compravendita di immobili residenziali, si fa tipicamente riferimento ad alcuni dati macroeconomici: Pil, disoccupazione e tassi di interesse. Il collegamento logico sembrerebbe piuttosto intuitivo.Il Pil rappresenta la ricchezza prodotta dal paese. All’aumentare della ricchezza prodotta, una porzione sarà dirottata sugli acquisti immobiliari. Viceversa quando il Pil scende.Così il tasso di disoccupazione: all’aumentare dei disoccupati sarà difficile che aumenti il numero di compratori nel mercato. Per i tassi di interesse si può immaginare una correlazione inversa: al crescere dei tassi, si dovrebbe assistere ad una riduzione del numero delle compravendite.

 COLF E BADANTI: EBILCOBA TI ASSISTE, TI RIMBORSA LA MALATTIA E TI TUTELA IN TUTTE LE VERTENZE DI LAVORO. SOTTOSCRIVI IL NUOVO CONTRATTO NAZIONALE DI LAVORO INSERENDO IL CODICE E1 NEI VERSAMENTI INPS

Articoli Correlati