Attualità 

la cassazione «sdogana» l’insulto al vicino di casa

Con la depenalizzazione è sdoganato, almeno dal punto di vista del reato, l’insulto tra vicini. E la Cassazione (sentenza 23558 ) — ricorda Il Sole 24 Ore — non può che prenderne atto, nell’esaminare l’ennesimo ricorso che vedeva contrapposti un combattivo condomino, classe 1936, ad altri due abitanti del palazzo. Il ricorrente era stato condannato per ingiuria e minaccia ai danni dei suoi avversari. I giudici di legittimità sdrammatizzano però la minaccia, visti il contesto in era avvenuta la frase incriminata («vai a casa o ti faccio vedere come si tratta la gente come te») e anche il contenuto non proprio intimidatorio. Il reato per i giudici non c’è, ma anche se ci fosse sarebbe prescritto.

 COLF E BADANTI: EBILCOBA TI ASSISTE, TI RIMBORSA LA MALATTIA E TI TUTELA IN TUTTE LE VERTENZE DI LAVORO. SOTTOSCRIVI IL NUOVO CONTRATTO NAZIONALE DI LAVORO INSERENDO IL CODICE E1 NEI VERSAMENTI INPS

Articoli Correlati

Leave a Comment