Attualità 

Superbonus 110%: Gli interventi trainati devono essere eseguiti congiuntamente a quelli trainanti

Gli interventi secondari detti trainati, rientranti nel Superbonus 110%, non possono essere effettuati prima di quelli principali detti trainanti, effettuati in ottica di risparmio energetico e di riduzione del rischio sismico. Infatti, gli interventi trainati devono essere effettuati congiuntamente agli interventi trainanti ammessi al Superbonus. Tali indicazioni sono state fornite dal ministero dell’Economia e delle Finanze con apposite Faq. Il sito Investireoggi.it spiega le corrette tempistiche di effettuazione degli interventi rientranti nel Superbonus 110%. Con l’intento di dare una spinta al settore edile e di favorire la conservazione del patrimonio immobiliare presente sul territorio nazionale, il D.L. 34/2020, all’art.119 prevede il Superbonus del 110%. In particolare si tratta di una detrazione Irpef/Ires del 110% che spetta per i lavori effettuati su immobili residenziali. Si deve trattare di lavori di risparmio energetico o di riduzione del rischio sismico. Si distingue tra lavori trainanti e lavori trainati. Quest’ultimi sono agevolati solo se effettuati congiuntamente a quelli trainanti. Per meglio intenderci, rientrano tra gli interventi trainanti quelli di: isolamento termico sugli involucri degli edifici; sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sulle parti comuni; sostituzione di impianti di climatizzazione invernale sugli edifici unifamiliari o sulle unità immobiliari di edifici plurifamiliari funzionalmente indipendenti; interventi antisismici. Tali interventi sono definiti  quali “interventi trainanti”. Se collegati ad uno degli interventi appena citati, danno diritto alla detrazione del 110% anche i c.d. interventi  “trainati”: gli interventi rientranti nell’Ecobonus ordinario (art.14 D.L. 63/2013); di installazione di impianti solari fotovoltaici ( art.16-bis comma 1 DPR 917/86, TUIR) e di colonnine di ricarica per  veicoli elettrici.

 CONTRATTO COLLETTIVO COLF E BADANTI: CHIEDI CONSIGLIO A EBILCOBA, SOTTOSCRIVI IL NUOVO CONTRATTO NAZIONALE DI LAVORO INSERENDO IL CODICE E1 NEI VERSAMENTI INPS

Articoli Correlati

Leave a Comment