Dalle Città 

PALERMO, a FAMIGLIE IN DIFFICOLTA’ gli ALLOGGI CONFISCATI Ai BOSS

Il Consiglio comunale di Palermo ha approvato una modifica al regolamento sugli ‘Interventi abitativi’, grazie alla quale gli immobili confiscati alla mafia, utilizzabili come abitazione, vengono equiparati agli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica. Con il nuovo regolamento si crea, così, un unico bacino di beni immobili che possono essere destinati a famiglie che hanno necessità abitative. In questo modo, ferma restando la validità della vecchia graduatoria Erp del 2003, basata sui parametri fissati dalla legge regionale, sarà più facile l’assegnazione di alloggi a famiglie che attualmente sono in situazione di disagio, tenuto conto che la graduatoria dell’emergenza abitativa è, invece, aggiornata semestralmente e, quindi, più rispondente alla situazione attuale. Da ora in poi, dunque, si procederà sempre con l’assegnazione di alloggi Erp o di immobili confiscati alla mafia, scegliendo in modo alternato fra le diverse graduatorie e rispettando la priorità già fissata per le famiglie al cui interno ci sono persone con disabilità.

 PROBLEMI DI CONDOMINIO? L’ARPE LI RISOLVE CON SOLI 8 EURO AL MESE. CONSULENZE TECNICHE-LEGALI-FISCALI GRATUITE PER TUTTO L’ANNO

 

 

Articoli Correlati