Attualità 

l’AIGAB: PER gli AFFITTI BREVI PRIORITA’ E’ lo SVILUPPO del SETTORE NON NUOVE NORME

“Se il tema di queste nuove azioni annunciate dal governo e contenute nella Finanziaria è quello della lotta all’evasione e di stanare, cosa su cui siamo totalmente allineati, per chi opera sul mercato degli affitti brevi in nero la limitazione a 4 appartamenti di proprietà appare pressoché inutile ai fini di una seria ed efficace regolamentazione del mercato”. Così in una nota l’Aigab (Associazione Italiana Gestori degli Affitti Brevi), fondata dagli ad dei big player italiani del turismo professionale in appartamento (Altido, CleanBnB, Italianway, Sweetguest e Wonderful Italy) commenta le misure sugli affitti brevi contenute nella Finanziaria 2021. I proprietari di più di 4 case “persone fisiche che lavorano con gestori professionali sono già sostanzialmente tutti imprenditori: basti pensare che sulla totalità dei circa 4mila e 500 proprietari, persone fisiche, che hanno affidato la gestione degli immobili che possiedono alle sole nostre cinque aziende, che sono le più grandi in Italia sul mercato degli affitti brevi, quelli che possiedono più di 4 appartamenti sono solo dieci, rappresentando lo 0,2% dei proprietari. I proprietari di molti appartamenti dedicati agli affitti brevi operano tutti sotto forma di società e non sono soggetti a cedolare secca”.

 COLF E BADANTI: EBILCOBA TI ASSISTE, TI RIMBORSA LA MALATTIA E TI TUTELA IN TUTTE LE VERTENZE DI LAVORO. SOTTOSCRIVI IL NUOVO CONTRATTO NAZIONALE DI LAVORO INSERENDO IL CODICE E1 NEI VERSAMENTI INPS

Articoli Correlati