Attualità 

la cassazione: La residenza è dove si vive realmente

Marito e moglie possono avere residenza diversa. Le ragioni sono spesso legate ad esigenze lavorative. Ma ai fini fiscali è bene sapere che viene considerata residenza il luogo in cui si vive effettivamente. Finora l’incertezza normativa aveva lasciato margini interpretativi — scrive il sito Investireoggi.it — ma una recente sentenza della Cassazione ha smentito la possibilità di richiesta di esenzione IMU per residenza di coniugi in Comuni diversi . Il riferimento è all’ordinanza numero 285384 del 15/12/2020 che, accogliendo il ricorso comunale, ha imposto alla coppia di coniugi il pagamento dell’IMU sulla seconda casa. A chiedere l’esenzione IMU alla Commissione tributaria regionale adducendo la residenza in Comuni diversi era stata una coppia abruzzese. I due vivevano insieme nello stesso appartamento (cosa comprovata da diversi elementi) ma avevano formalmente residenze diverse. La Ctr abruzzese in un primo momento gli aveva dato ragione accordando l’esenzione ma la Cassazione ha ribaltato la posizione con una sentenza storica.

 SOLO CASACONSUM PROTEGGE LA TUA SPESA E LA TUA FAMIGLIA

 

Articoli Correlati

Gli uffici resteranno chiusi per le ferie estive dal 2 al 31 agosto

Auguriamo una serena estate