Primo Piano 

anderson: contribuenti preoccupati per la nuova IMU

Entro il 16 giugno i proprietari di immobili dovranno versare l’acconto della nuova Imu dopo la scomparsa della Tasi e l’accorpamento nella nuova imposta. “Riteniamo — osserva il presidente di Federproprietà Massimo Anderson — che l’operazione non semplifica i rapporti dei contribuenti con il fisco perché l’imposta mantiene per il 2020 gli stessi presupposti, soggettivi e oggettivi, regolati dalle norme del 2019. Tenuto conto dell’esenzione per l’abitazione principale il pagamento della prima rata della nuova Imu corrisponde alla metà di quanto versato a giugno 2019 a titolo di Imu e Tasi. In secondo luogo il versamento a saldo, entro il 16 dicembre, sarà fatto sulla base di un conguaglio delle nuove aliquote che saranno fissate dal governo e dai Regolamenti comunali. Se queste sono le premesse — conclude Anderson — sono giustificate le preoccupazioni dei contribuenti per l’arrivo in giugno di milioni di cartelle esattoriali E per i sovrapprezzi inseriti in molte attività commerciali sotto il nome di ‘contributo Covid 19’”.

 PROBLEMI DI CONDOMINIO? L’ARPE LI RISOLVE CON SOLI 8 EURO AL MESE. CONSULENZE TECNICHE-LEGALI-FISCALI GRATUITE PER TUTTO L’ANNO

Articoli Correlati

Leave a Comment

AVVISO

GLI UFFICI DELLA ARPE-FEDERPROPRIETA’ SARANNO CHIUSI PER FERIE DAL 3 AL 24 AGOSTO. Per urgenze di natura legale rivolgersi all’avv. M.Mascarucci, Vicepresidente ARPE, tel.347.2682760. Per emergenze tecniche rivolgersi  al tel. 334.8704286