Attualità 

superbonus: una copertura assicurativa su misura per i tecnici

Il mercato si muove per offrire polizze Rc adeguate ai professionisti coinvolti nell’iter del Superbonus edilizio al 110%, dopo l’ulteriore interpretazione normativa contenuta nella legge di Bilancio 2021. Le assicurazioni esistenti — scrive Il Sole 24 Ore — vanno bene solo in alcuni casi, ma per stare tranquilli va messa in conto una spesa che va da qualche centinaia di euro fino a superare i mille. E già si intravedono due iter distinti, con pochi problemi per i soggetti chiamati ad attestare il visto di conformità e tante grane in più per i tecnici incaricati delle “asseverazioni”, per i quali, in buona sostanza, è preferibile attivare un’assicurazione “ad hoc”. Non per questioni di risparmio, ma di chiarezza e certezza della copertura. Ad avere meno incognite sono senz’altro dottori commercialisti, consulenti del lavoro e in generale i soggetti chiamati ad apporre il “visto di conformità” in forma “leggera”. Abitualmente questa attività, a prescindere dall’ultimo bonus edilizio, non è compresa nelle Rc base, ma va “coperta” per mezzo di un’apposita estensione o con un prodotto a sé, sempre con un massimale che la legge impone a 3 milioni di euro di minimo. Una garanzia, secondo una stima fornita dal broker Aon, che sul mercato costa in media tra 150 e 230 euro se inserita in appendice alla polizza esistente, oppure tra 280 e 390 euro se in forma separata.

 PROBLEMI DI CONDOMINIO? L’ARPE LI RISOLVE CON SOLI 8 EURO AL MESE. CONSULENZE TECNICHE-LEGALI-FISCALI GRATUITE PER TUTTO L’ANNO

 

 

Articoli Correlati