In abruzzo prezzi in sensibile calo (-5,4%)

Continua, seppure meno evidente, la tendenza a ribasso dei prezzi delle case. Secondo i dati dell’Ufficio Studi di idealista nel 2019 è stato rilevato un ulteriore calo del 2,8% , a una media di 1.706 euro al metro quadro. Nell’ultimo trimestre il calo è stato solo dello 0,1%. In Abruzzo si assiste ad una delle variazioni più sensibili tra le regioni: con il -5,4% è seconda solo alla Campania (-5,7%) fra le zone con cali superiori alla media del periodo. La Calabria è la regione più economica per chi acquista, con 907 euro al metro quadro e valori in caduta libera anche quest’anno.Il trend negativo delle quotazioni immobiliari non investe Friuli-Venezia Giulia (5,5%), Trentino-Alto Adige (2%), Valle d’Aosta (1,3%) e Toscana (0,4%). “Confermando la tendenza dell’ultimo decennio, i prezzi delle case segnano un ulteriore calo anche quest’anno. I prezzi degli immobili, sempre vantaggiosi, supportano la domanda in un contesto disomogeneo, con aree di crescita e aree in persistente affanno soprattutto al Centro Sud. Considerate queste dinamiche del mercato, prevediamo valori ancora in contrazione nel 2020, ma in progressiva stabilizzazione nel prossimo biennio. I prezzi delle abitazioni dovrebbero invertire la tendenza, ritornando in terreno positivo a partire dal 2022”, afferma Vincenzo De Tommaso, responsabile dell’Ufficio Studi di Idealista. L’indice generale dei prezzi conferma la tendenza a ribasso nella maggior parte delle città (75%), con una diminuzione dei centri in terreno positivo rispetto all’anno scorso (passano da 36 a 27 nel 2019).

 SOLO CASACONSUM PROTEGGE LA TUA SPESA E LA TUA FAMIGLIA

 

 

Altri Articoli